Autore Articoli

2 gennaio 2018 alle 13:32

Ragazzi, molti di voi come me sono buogustai o meglio di forchetta buona! Quindi ho pensato fosse interessante per tutti e per chi vuole,scrivere quelli che sono i nostri piatti.. Piatti tipici,ricette gustose,piatti preferiti e magari qualche consiglio! Io lo so che adesso chef mi odierà :** però mi farebbe piacere sapere e confrontarmi con voi.. d’altronde in chat si parla spesso di cucina!

 

Se volete partecipare sono contenta,sennò amen e pazienza andiamo avanti lo stesso 🙂 Scherzoooooo!!!

Sembro matta vero? 🙂

  • Questo argomento è stato modificato 5 mesi, 3 settimane fa da Foto del profilo di ania ania.

2 gennaio 2018 alle 18:35

Matta no diciamo strana ahahah scherzo. Comunque il cibo spesso va a braccietto con l’erotismo. Tante spezie particolari che unite tra loro, per via di colori e di profumi inebriano i nostri sensi. I nostri piatti leggeri preferiti sono lasagne, brasato (lasciato riposare per almeno 24 ore del barbera) e il dolce tipico neozelandese… il tiramisù che da oggi proverò a fare usando la panna montata aggiunta al mascarpone.

2 gennaio 2018 alle 19:01

che bontà ragazzi.. comunque e vero concordo assolutamente con quello che hai detto! sarò strana ma con il cibo ci faccio l’amore 🙂 ahahahah! E comunque il sapore,l’odore,i colori,i profumi di un piatto sono essenziali! nel cibo sono come a letto mi devono servire tutte e 5 i sensi…

io ho una ricettina del tiramisu che ho provato,un libidine per una golosa come me e per i miei gusti..

3 gennaio 2018 alle 15:07

ARANCINE AL BURRO PALERMITANE !!!!INGREDIENTI PER IL RISO: 1KG DI RISO (ADATTO PER TIMBALLI)
BRODO VEGETALE SALATO ZAFFERANO 50 gr. BURRO SALE PEPE PER IL CONDIMENTO: 400 gr. BESCIAMELLA 250 gr. PROSCIUTTO A DADINI 250 gr. SCAMORZA
CUCCHIAI DI PARMIGIANO e CACIOCAVALLO SALE, PEPE e NOCE MOSCATA
PER L’IMPANATURA: FARINA ACQUA</p>
600gr. PANGRATTATO (circa)PROCEDIMENTO: abbiamo cotto 1 kg di riso in un buon brodo vegetale salato e con un pizzico di zafferano per colorarlo un po; una volta cotto lo abbiamo scolato e lasciato nello scolapasta per farlo asciugare:</p>
>fatto questo, abbiamo aggiunto circa 50 gr di burro tagliato a pezzetti mescolando per renderlo cremoso e saporito (assaggiatelo e se occorre aggiungete sale!)fatto questo l’abbiamo lasciato riposare, coperto con un canovaccio pulito per un paio d’ore, il tempo di raffreddarsi e insaporirsi. prepariamo ora il condimento:400 gr di besciamella, 250 di prosciutto a dadini, 250 di scamorza, 2-3 cucchiai di parmigiano e caciocavallo, sale, pepe e noce moscata:</p>
prepariamo una pastella con farina e acqua, il composto deve risultare liquido ma non troppo, cosi:prepariamo un’ampia vaschetta dove verseremo circa 600 gr di pan grattato e disponiamo il tavolo in modo tale da fare un lavoro continuato: palla di riso- condimento- pastella-mollica- vassoio:iniziamo a fare le arancine: prendiamone un pugnetto e lavoriamolo in modo da creare una piccola conca…>…dove verseremo il condimento con un cucchiaino, richiudiamo:</p>
le arancine palermitane “al burro” (cioè con prosciutto e formaggio)a differenza di quelle col ragù, hanno la caratteristica forma ovale (quelle al ragù, sono invece a palla!); ricreiamo la forma schiacciando la polpetta di riso, cosi:</p>
passaggio successivo: la pastella! e ora nella mollica! qst passaggio è un po delicato, la polpetta deve essere maneggiata con delicatezza altrimenti si rompe! BUON APPETITO………….SONO BUONISSIME !!!!!!</p>
<p class=”MsoNormal”>P.s. Mancano le foto non si possono inserire purtroppo, per qualsiasi info o dubbi chiedetemi pure live!!</p>

  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 3 settimane fa da Foto del profilo di so-strung-out so-strung-out.
  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 3 settimane fa da Foto del profilo di so-strung-out so-strung-out.
  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 3 settimane fa da Foto del profilo di so-strung-out so-strung-out.
  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 3 settimane fa da Foto del profilo di sandydanny sandydanny.

3 gennaio 2018 alle 15:38

bucatini alla gricia

380 gr di bucatini
250 gr di guanciale
150 gr di pecorino di Amatrice
Pepe
1 cucchiaio di strutto o 2 di olio extravergine di oliva

La pasta alla Gricia, nata moltissimi anni fa nella città di Amatrice, è la dimostrazione che con pochi ingredienti si possono realizzare ricette formidabili.

La pasta alla Gricia è una ricetta facile, ma per un risultato perfetto, dovrete dosare gli ingredienti in modo molto preciso. Si tratta infatti di una ricetta della tradizione molto equilibrata e le sue origini antiche dimostrano il suo successo.

Nata come pasto principale dei pastori, la pasta alla Gricia è una via di mezzo tra la pasta alla Carbonara che prevede l’utilizzo dell’uovo crudo nella sua salsa, e la pasta all’Amatriciana che invece viene preparata con il pomodoro.

Quando il pomodoro non era ancora approdato in Europa, la pasta alla Gricia rappresentava per i romani una vera prelibatezza, proprio come oggi che invece il pomodoro è molto presente sulle nostre tavole. La ricetta originale della pasta alla Gricia, prevede l’uso dello strutto, ma se preferite, potrete utilizzare un buon olio extravergine di oliva. Per il resto, non sono ammesse varianti.

Grattugiate il pecorino di Amatrice, dal suo sapore delicato e mettetelo da parte. Tagliate il guanciale a striscioline, cercando di ottenere le stesse dimensioni per uniformare la cottura. In una padella, sciogliete lo strutto o scaldate l’olio, aggiungete il guanciale e fatelo rosolare. Attenzione a non bruciarlo, nella ricetta originale della pasta alla Gricia, il guanciale è morbido. Aggiungete il pepe, poi scolate la pasta al dente e aggiungetela al condimento. Unite, poco alla volta, il pecorino grattugiato e il pepe, se necessario allungate con qualche cucchiaio di acqua di cottura della pasta. Quando la pasta alla Gricia, avrà formato una deliziosa cremina, servitela ben calda!

4 gennaio 2018 alle 10:55

Più che ricetta vorrei fare un escursus (chissà se si scrive così e se rende quello che voglio dire, però è una bella parola.) sulla parte logistica dell’ essere buongustaio. 

Si parla di ricette di pasta; perfetto, alcuni la mangiano scotta altri cruda io la preferisco aldente e sto attento ai tempi di cottura (potrei odiare chi non lo fa e sta cucinando per me)…

Puoi seguire una ricetta alla perfezione, ma se non azzecchi i(soggettivi) tempi di cottura della pasta, che è l’ingrediente più semplice non sarà una buona pasta…

La carne ad esempio; puoi farti un mutuo per comprare il miglior taglio di Wagyu ma se sbagli la cottura hai solo speso male i tuoi soldi… Io la preferisco spessa e molto al sangue… mmmm

La pizza… non ho molte preferenze vado alla giornata, sulla pizza però mi piace mangiarla a girare, inizio dal bordo per arrivare all’ultimo boccone e gustare il cuore della pizza… se è una buona pizza ci riesco.

Come pesce preferisco molluschi e crostacei prediligo le crudità al pesce cotto…

Per il resto mangio tutto e chiedo sempre il vino locale…

Odio gli italiani che cercano i ristoranti italiani all’estero e mi piace assaggiare tutti i prodotti tipici della zona in cui mi trovo quando vado fuori…

Preferisco il salato al dolce… Sono una Bottana nell’animo CULInario…

Potrei continuare all’infinito ma sono le 11 del mattino e io ho già un grande appetito.

Matta ora puoi preparare la cena il vino lo porto io.

 

 

4 gennaio 2018 alle 20:44

Ania questa idea di confrontarsi in cucina non posso che adorarla (come adoro te :* ). Per cui vorrei partecipare regalandovi una mia personale ricetta. Premetto che io adoro il cibo in generale, dalla materia prima al piatto pronto, ma ammetto di avere una piccola preferenza per i dolci! Per questo motivo, e anche perché al momento ancora nessuno  ha menzionato i dolci, vorrei condividere con voi la Mia ricetta della Caprese. Col tempo l’ho perfezionata secondo il mio personale gusto, ovvero bassa e cioccolattosa, con la giusta dose di mandorle 😉

Ingredienti:

250 gr di zucchero

250 gr di burro

250 gr di cioccolato fondente (per renderla leggermente cioccolattosa consiglio 300gr)

200 gr di mandorle pelate e tritate (se le tritate voi è meglio)

6 uova

1 bustina di lievito per dolci

1 bicchierino di liquore (io personalmente preferisco il Cointreau, perché trovo che quell’aroma di arancia stia benissimo col cioccolato, ma ho brovato anche col Rum e col whisky e viene buonissima cmq)

Preparazione:

Sciogliere il burro e il cioccolato a bagnomaria (separatamente). Prendere una ciotola e unite lo zucchero e i tuorli dell’uovo a mano. Poi, una volta raffreddato il burro sciolto, aggiungetelo al composto.Subito dopo aggiungete il cioccolato(anche questo a temperatura ambiente). Aggiungete le mandorle tritate e separatamente montate gli albumi a neve e aggiungeteli all’impasto e unite il tutto usando una spatola andando dal basso verso l’alto. questo punto aggiungete la bustina di lieto e poi il bicchierino di liquore (la dose è a vostro gusto). Infine imburrate la teglia (consiglio quella bassa e tonda) con burro e farina, versate il composto e infornare a 180/190 gradi per 45 minuti.

  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 3 settimane fa da Foto del profilo di sandydanny sandydanny.

4 gennaio 2018 alle 23:40

devo assolutamente provare Amy mia :* Provo e ti faccio sapere!!!

5 gennaio 2018 alle 1:47

BOCCHINI ALLA CACCIATORA: Una becca di aglio, un po di rosmarino in bocca, un bel cazzo e si comincia con la lavorazione.. il piatto e’ pronto all’arrivo della panna fresca, visto .. cotto e succhiato 🙂

10 gennaio 2018 alle 23:25

SPEZZATINO DI CINGHIALE

Ingredienti: 5 patate grandi,un kg e mezzo di cinghiale tagliato a tocchetti,aglio,1 carota,peperone rosso(in polvere),olio,sale.

Ricetta: Dopo averlo tagliato a tocchetti il cinghiale,disanguarlo e sciaquarlo per bene sotto acqua corrente fredda,lasciarlo marinare qualche ora con mazzetti di aromi(a piacimento) e del buon vino rosso (io preferisco il Chianti). Preparare le patate sbuciale senza farle lessare prima,quando il cinghiale e pronto per cucinarlo,in una pentola far soffrigere olio ,aglio e la carota,metti il cinghiale,un cucchiaio (da caffè) di peperone rosso e  far rosolare il tutto per un paio di minuti. Mettere le patate tagliate gia a cubetti,e coprire con acqua in modo che si possa cucinare,salare e pepare a piacimento. Quando e pronto servire e goderne!! Se provate voglio sapere come vi e venuto! 😉 Lo spezzattino va cucinato almeno 1 oretta e mezza,poi vi accorgete da soli quando la carne sarà pronta!

P.s: scusate ma lo fatta troppo tardi la foto,ahahaha 🙂

 

11 gennaio 2018 alle 1:19

adesso mi faccio dare la ricetta per fare il cinghiale in salmi e quello con il sugo poi te le scrivo nel forum

 

11 gennaio 2018 alle 13:36

salve, volevo condividere con tutti voi una ricettina per fare una buona pizza e vi invito a provarla vivamente:-)

Preparazione pasta

per 2 persone

250 g di farina 00

250g di farina di grano duro

1 lievito di birra

mischiate il tutto con acqua temperatura ambiente e vi raccomando aggiungete un pizzico di sale dopo aver mischiato la farina cn il lievito altrimenti la pasta non lievita.

salsa

passata di pomodoro e la condite con olio d oliva un pizzico di sale e zucchero poiaggiungete una foglia di basilico e uno spicchio d aglio

mozzarella rigorosamente tritata come quella delle pizzerie per rendere una copertura piu omogenea il condimento e di vostra scelta ovviamente.

ps cosa importante piu lievita e piu e bona:-) stiratela sottile anche su telie usa e getta aggiungendo un po di olio sul fondo per renddre croccante la pasta al punto giusto ed evitare chesi attacchi.

 

buon appetito 🙂

11 gennaio 2018 alle 22:34

Ma che belle ricetteee! Cazzarola non credevo che camxcam andasse di paripasso a masterchef ahhaah 😀

Insomma qua son l’unica che non sa cucinare? Solo le mie pietanze sanno di ano? 🙁

Cmq secondo me la ricetta piu’ bella è quella di trasgressione, ottimo chef ahah.

Io proporrei Ditalini al sugo bianco ^_*

Cmq provero’ sicuramente la ricetta di amy , amo i dolci….e si vede 😉 😀 ^_^

11 gennaio 2018 alle 23:09

Bene bellaWeb i ditalini in bianco misà che sono capaci tutti di farli,ahahaha 😉 una ricetta sfiziosa da proporre? Se non sai cucinare,allora benvenuta in questo topic dove ti potrai dilettare per insegnarti,una donna che sa cucinare e sempre piu arrapante 😉 Un bacino e spero di conoscerti presto..

 

Comunque le banane al forno non le batte nessuno,cosi giusto per dare un’idea nuova ahahaha 🙂

  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 2 settimane fa da Foto del profilo di ania ania.

13 gennaio 2018 alle 14:28

io ho l’hobby della cucina….mi rilassa, mi scarica e mi piace inventare cose nuove…vado con un mio classico:

Bocconcini di pollo al Curry

Pollo q.b.

curry

farina

sale

erba cipollina

vino

olio d’oliva

Ricettina veloce e gustosa, si taglia il pollo a cubetti poi lo si passa nella farina con sale e una punta di cucchiaio di curry, lo si mette in una padella con olio caldo in cui si mette erba cipollina…. lo si fa cuocere a puntino e poi si annaffia con vino bianco, alzando il fuoco fino a farlo evaporare e aggiungendo un po’ della farina con curry rimasta in modo che si formi una cremina….

Provatelo e mi direte

Io dourante la cottura lo salo con sale rosa dell’hymalaya ma sono malato di cucina 😛

 

13 gennaio 2018 alle 18:05

Grazie bocha per aver dato una buonissima ricettina! Adoro il pollo al curry,proverò a farlo anche cosii 🙂

13 gennaio 2018 alle 21:14

sera a tutti io propongo il mio piatto preferito bucatini all’amatriciana: preparate il soffritto di cipolla fate dorare in una padella aggiungete del guanciale fate rosolare versate un’pò di vino bianco e fatelo evaporare aggiungete passata di pomodoro e fate cuocere il tutto poi in una pentola fate bollire acqua mettete a cuocere la pasta scolate e versatela nella padella con il sugo alla pancetta e passate in padella il tutto servite e buon appetito !!!!!

13 gennaio 2018 alle 22:37

Anietta eccoti la preparazione 😉

E dopo il momento migliore 😉

  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 1 settimana fa da Foto del profilo di traffik46 traffik46.
  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 1 settimana fa da Foto del profilo di traffik46 traffik46.
  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 1 settimana fa da Foto del profilo di traffik46 traffik46.
  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 1 settimana fa da Foto del profilo di traffik46 traffik46.
  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 1 settimana fa da Foto del profilo di traffik46 traffik46.
  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 1 settimana fa da Foto del profilo di traffik46 traffik46.

16 gennaio 2018 alle 14:21

PASTA CON LE SARDE

Ingredienti:

  • 4 sarde salate
  • 800 gr sarde fresche (pulite senza testa e coda)
  • 2 cipolle bianche
  • 50 gr passolina
  • 50 gr pinoli
  • 500 gr finocchietto selvatico
  • 2 bustine di zafferano
  • 100 gr pangrattato abbrustolito
  • Olio EVO ( mezzo bicchiere circa)
  • Sale e Pepe

Procedimento:

Pulire i finocchietti, bollirli, scolarli, tritarli e mettere da parte sia finocchietti che l’acqua di cottura. Versare l’olio in un tegame e soffriggervi le cipolle tritate, le sarde salate che saranno state sciolte a parte in un tegamino con qualche goccia di olio e le passoline e pinoli già ammorbiditi in acqua tiepida e strizzati. Incorporare i finocchietti tritati e le sarde diliscate e spinate. Mescolare con un cucchiaio di legno avendo cura di sminuzzare le sarde. A cottura ultimata del pesce, rifinire la salsa aggiungendo una bustina di zafferano sciolto in acqua tiepida, aggiustare con pepe e sale (sè necessario) e metterla da parte.

Lessare la pasta al dente nell’acqua di bollitura dei finocchietti nella quale avremo sciolto l’altra bustina di zafferano (se occorre aggiungere altra acqua). Scolare la pasta, amalgamarla con la salsa e servirla spolverando con il pangrattato abbrustolito (mettere in un padellino il pangrattato e farlo tostare con un filo d’olio, facendo attenzione a non farlo bruciare mescolando di continuo a fuoco non alto con un cucchiaio di legno sino a che non sarà ben dorato). La pasta con le sarde va mangiata tiepida ma è anche buona fredda.

P.s. Consiglio vivamente di provarla anche al forno se avanza, aggiungendo un uovo crudo da mescolare con la pasta prima di infornare a 180° per circa 10 min, dose per una teglia media circa !!!

 

Buon appetito!

16 gennaio 2018 alle 14:58

Orecchiette alla cime

Ingredienti: Cime selvatiche,cipolla,guanciale,peperone rosso,olio e orecchiette fresche,sale,e peperoncino

Ricetta: Lessare le cime almeno 24 ore prima e farle riposare in frigo. In una pentola far cuocere le cime fino a metà cottura(10minuti circa) inserire nella pentola dove cuociono le cime le orecchiette e cucinare fino a fine cottura!(Devono cucinare insieme cime e orecchiette,che inserirai dopo 10 minuti di cottura di cime) Nel frattempo far saltare in una padella un battuto di cipolla con olio,aggiungere il guanciale e far saltare un paio di minuti,aggiungere un cucchiaino (da caffè) di peperone rosso e far cucinare 1 minuto (abbondare con olio). Quando le orecchiette sono pronte scolare cime e orecchiette insieme nello scolapasta,mettere pasta e cime nella pentola e condire con il condimento preparato(guanciale,peperone rosso ecc..) Ed ecco qua che si puo servire! Per chi ama il peperoncino potete aggiungerlo!

  • Questa risposta è stata modificata 5 mesi, 1 settimana fa da Foto del profilo di ania ania.
  • Questa risposta è stata modificata 4 mesi, 2 settimane fa da Foto del profilo di sandydanny sandydanny.